venerdì 4 maggio 2018

Auto, Paese che vai, prezzo che trovi



In Germania la Smart, in Austria la Fiat 500L, in Spagna la Ford Focus. Ecco dove comprare l’auto al miglior prezzo. Ricerca DAT-Italia per mettere a confronto i prezzi delle auto nuove ed usate in quattro paesi europei

Ecco svelato il mistero delle migrazioni di auto e persone che si recano in altri paesi per acquistare o per piazzare auto. L’analisi di Dat-Italia, società leader nel settore automobilistico, evidenzia i prezzi per i modelli più venduti nel 2015 in Italia con i prezzi attuali sia per le auto nuove che per quelle usate (3 anni 45.000km).

“In Italia – spiega l’ing. Antonio Coppola, direttore generale di Dat-Italia - la Smart  Fourtwo Coupe nuova costa circa il 15% in più che in Germania, Austria e Spagna, e da noi si svaluta anche molto meno. Quest’auto, era tra le più vendute del 2015, ma non nel 2017, anno in cui il suo prezzo è stato aumentato di oltre il 5%, favorendo l’aumento di prezzo di quelle usate che si sono vendute più delle nuove.
Quindi conviene comprare la Smart in Germania, Austria e Spagna e rivenderla in Italia.
Conviene comprare all’estero anche la Toyota Aygo (circa il -10% in Germania, -14% in Austria e -4% in Spagna), inoltre, in Italia si svaluta molto meno che negli altri paesi.
La 500 costa più in Italia (la 500 L -11% in Germania a -6% in Spagna) ed in Italia mantiene tale vantaggio anche sull’usato.
Anche la MINI costa di più in Italia, mentre sull’usato il prezzo è analogo a quello degli altri 3 paesi.
A parte questi casi particolari, per le auto nuove, conviene comprare in Italia Peugeot 208 e 308, Mercedes Classe A, BMW serie 2, Opel Corsa.
Per le nuove, la Spagna offre prezzi migliori per la Renault Captur (-13%) e la Ford Focus (-6%).
Mentre la Germania sembra essere il paradiso dell’usato con ribassi che vanno dal 6% per una Jeep Renegade al 21% per una BMW serie 2 oppure anche una Smart For Two.

“E’ evidente – conclude Coppola - come da una analisi di questo tipo sia possibile capire e seguire l’evoluzione delle migrazioni di auto che da un paese vanno in altri per essere acquistate e vendute. In molti, costruttori, importatori, commercianti, vorrebbero dominare e strumentalizzare i mercati per svuotare parchi usati, traendone profitto, per vendere auto nuove. E’ sorprendente vedere come il gusto, le abitudini e le infrastrutture nei differenti paesi influenzino il mercato ed i prezzi”.